Il Dizionario Automazione

  • Siemens - Banner
  • wenglor banner
  • banner-finder
Cerca un'altra parola

SigFox

SigFox

SigFox è una rete di telecomunicazione dedicata all’ Internet delle cose. Si tratta di una rete gestita, il che significa che l’utente non ha necessità di gestire attività di installazione o di manutenzione significative. 

SigFox, una startup nata nel 2010 in Francia, ha messo a punto un sistema di trasmissione wireless operante sulle frequenze ISM in grado di coprire notevoli distanze (long-range) grazie alla elevatissima sensibilità del ricevitore che sfrutta la tecnologia Ultra Narrow Band. Anche i consumi energetici sono particolarmente ridotti in quanto il dispositivo remoto va in trasmissione per pochi secondi e per un massimo di 140 volte al giorno.

Nelle applicazioni IoT che utilizzano la banda ISM non è possibile aumentare la potenza del trasmettitore che, al contrario, deve essere la più bassa possibile e deve rientrare nei limiti stabiliti dalle normative vigenti. Da questo punto di vista potenze dell’ordine di 1-25 mW sulle frequenze sub-1 GHz sono accettabili. Con queste potenze e con una sensibilità standard del ricevitore dell’ordine di -110 dBm (garantita dalla tecnologia superrigenerativa o supereterodina), la portata, in ogni caso, non supera i 100-300 metri. La sensibilità di un ricevitore è fortemente influenzata dal rumore intrinseco del dispositivo e da quello presente nell’etere.

Grazie al suo approccio innovativo, SigFox ha semplificato sensibilmente la tecnologia alla base dei chipset, abbassando drasticamente il prezzo base delle comunicazioni device-to-cloud. L’iniziativa SigFox, nell’idea dei suoi sostenitori, permetterà una forte accelerazione nell’adozione e deployment di progetti IoT di massa.

Attorno a questa tecnologia sta crescendo l’interesse da parte di aziende grandi e piccole, di system integrator, di tecnici e ingegneri elettronici, di semplici maker e di colossi dell’elettronica. Ci riferiamo in quest’ultimo caso, ai produttori di semiconduttori del calibro di STMicroelectronics, di ON Semiconductor, di Atmel e di Texas Instruments che hanno deciso di aggiungere alla propria linea di prodotti per la connettività wireless circuiti integrati e moduli compatibili con questa tecnologia.

Tecnica

SigFox è una rete di telecomunicazione dedicata all’ Internet delle cose. Si tratta di una rete gestita, il che significa che l’utente non ha necessità di gestire attività di installazione o di manutenzione significative. La tecnologia SigFox funziona in maniera trasparente, out-of-the-box, consentendo così allo sviluppatore di concentrarsi sul contenuto core del suo progetto, senza preoccuparsi della comunicazione. Si tratta di una rete LPWA (Low Power Wide Area), attualmente presente in Europa occidentale, San Francisco, ed in fase test in Sud America e Asia. La tecnologia SigFox permette una comunicazione bidirezionale, da e verso il dispositivo. La comunicazione viene sempre avviata dal dispositivo. La rete SigFox è stata disegnata per l’invio di messaggi di ridotte dimensioni e solo nel momento in cui occorre. Non è adatta per gli usi a banda larga (multimediali, in trasmissione permanente, ecc.).

La sua attenzione all’efficienza energetica consente di realizzare dispositivi collegati alla rete in grado di durare anni con una batteria standard.

La rete SigFox opera su frequenze sub-GHz, sulle bande ISM: 868MHz in Europa / ETSI e 902MHz in USA / FCC. SigFox utilizza una modulazione Ultra-Narrow Band (UNB), che è la chiave per la nostra capacità di fornire una rete scalabile e ad alta capacità. Con un link budget di 162dB, SigFox consente comunicazioni a lungo raggio, con un copertura maggiore rispetto al GSM. Non vi è alcuna negoziazione dei parametri della connessione tra il dispositivo e una base station ricevente. Il dispositivo semplicemente emette nella banda di frequenza disponibile. Il segnale viene rilevato dalle base station più vicine, decodificato e trasmesso al back-end della rete.

La de-duplicazione dei messaggi e altre operazioni relative alla trasmissione sono gestiti dalla rete stessa. I messaggi vengono poi inoltrati all’applicazione dell’utente, e resi accessibili tramite le API di SigFox. Ogni messaggio viene autenticato utilizzando un meccanismo hash, e una chiave privata specifica del dispositivo. Questa caratteristica offre una grande protezione dagli attacchi replay. Il protocollo radio SigFox offre anche un’elevata resistenza alle interferenze.


Cerca un'altra parola
  • Siemens - Banner
  • wenglor banner
  • banner-finder

CHI SIAMO

› Il progetto


› Links


› Contatti

DISCLAIMER

› Condizioni d’uso


› Privacy


› Cookie policy


› Copyright