Il Dizionario Automazione

  • Banner Automatiostory
  • Banner Elettrificazione Academy
  • Banner Visione Industria
  • Siemens - Banner
  • banner-finder
  • wenglor banner
  • Banner Youtube Editoriale Delfino
  • Banner Editoriale Delfino
Cerca un'altra parola

Safety (Sicurezza industriale)

en-lang Safety

La sicurezza nell’industria è un insieme di pratiche, direttive e tecnologie fondamentali per ridurre i livelli di rischio e prevenire gli infortuni. La corretta applicazione delle tecniche di safety offre un ambiente di lavoro sicuro, confortevole e stimolante.

Il terreno di confronto sui temi della sicurezza è legato da un lato a normative sempre più stringenti, dall’altro alla richiesta di maggiori capacità produttive in tempi sempre più ridotti. L’utilizzo di strumenti e dispositivi precisi e affidabili è una condizione preliminare per la riduzione dei livelli di rischio negli impianti. Ma è soprattutto l’ambito della sicurezza macchine quello in cui i produttori di apparecchiature e gli utenti devono attribuire grande attenzione all’ingegneria e all’applicazione delle norme internazionali.

Nel complesso, l’implementazione di un sistema di sicurezza efficace non è basato solo su aspetti tecnici e normativi, ma anche su un’approfondita analisi funzionale dell’organizzazione, del processo produttivo e del fattore umano. Prodotti come i relè e gli interruttori di sicurezza sono installazioni piuttosto comuni. Anche i PLC, le unità logiche e gli azionamenti di sicurezza, grazie all’adozione di tecnologie e logiche integrate, hanno conosciuto una notevole diffusione con un impatto ridotto sulla programmazione e sull’ingegneria di sistema. Lo scenario della strumentazione in tutti i suoi componenti e programmi, presenta le soluzioni in grado di controllare la totalità per i potenziali rischi negli impianti e nei macchinari, sia produttivi sia di trasformazione. In termini di sensoristica, ad esempio, i rilevatori di fiamma e fumo consentono interventi automatici, per eliminare le cause di incendio e di combustione, mentre i rilevatori sensori di gas o di composti aeriformi proteggono l’ambiente operativo e dell’area circostante l’impianto.

 

Sicurezza funzionale, elettrica, intrinseca

 

Parlare genericamente di safety può risultare ambiguo, specie in rapporto all’analisi globale della cause degli incidenti e delle misure preventive.

Si parla di sicurezza funzionale in relazione a un tipo di sicurezza che dipende dal funzionamento corretto di un sistema o di un’apparecchiatura in risposta ai suoi parametri iniziali dal punto di vista elettrico, elettronico ed elettronico programmabile. Le principali norme che regolano la sicurezza funzionale sono la EN ISO 13849 (sicurezza delle macchine – parti di sicurezza di sistemi), la EN/IEC 62061 (sicurezza delle macchine- sicurezza funzionale di sistemi di controllo di sicurezza elettrici, elettronici ed elettronici programmabili), la EN/IEC 61508 e la EN/IEC 61511. Per la realizzazione di sistemi automatici nella completa sicurezza della produzione e del personale, i punti di riferimento sono i livelli di sicurezza SIL (Safety Integrity Level, IEC 62061), oltre agli standard GAMP (Good Automated Manufacturing Practice) e ANSI/ISA99.

La sicurezza elettrica si raggiunge invece progettando e costruendo macchine elettriche equipaggiate in modo da evitare qualsiasi contatto diretto con cavi di corrente o parti conduttrici. Il produttore deve anche cercare di evitare pericoli derivanti dal contatto indiretto con una massa o un conduttore casualmente sotto tensione. Le principali famiglie normative per la sicurezza elettrica sono la EN 60204 (sicurezza delle macchine – attrezzatura elettrica delle macchine), la EN 60947-5 (Moduli a bassa tensione) e la NFPA 79 (Electrical Standard for Industrial Machinery) per il mercato americano.

Non ultima va considerata la sicurezza intrinseca basata sulla direttiva Atex 94/9/CE. La sicurezza intrinseca è la principale tecnica di prevenzione del rischio di incendi e di esplosioni causati da apparati elettrici e strumentazione elettronica. A livello circuitale ed energetico è garantita da barriere zener e isolatori galvanici. Per creare aree di lavoro protette si impiegano invece le barriere fotoelettriche, dispositivi elettrosensibili che oltretutto assicurano un’elevata produttività di macchine e impianti. Per una scelta corretta del dispositivo elettrico da utilizzare è necessario conoscere a quale gruppo di sostanze esplosive appartengono le miscele infiammabili eventualmente presenti nell’ambiente.

 

 

 


Cerca un'altra parola
  • Banner Elettrificazione Academy
  • Banner Editoriale Delfino
  • Banner Youtube Editoriale Delfino
  • Banner Automatiostory
  • Banner Visione Industria
  • banner-finder
  • Siemens - Banner
  • wenglor banner

CHI SIAMO

› Il progetto


› Links


› Contatti

DISCLAIMER

› Condizioni d’uso


› Privacy


› Cookie policy


› Copyright